Le Maestrine «insegnano» al parco Cervi

L'INAUGURAZIONE - SVELATO IL MONUMENTO DEDICATO ALLE PRIME DIPENDENTI PUBBLICHE D'ITALIA

A donarlo alla città è la Dante Alighieri. L'assessore Curioni: «Riconoscimento unico»

È PROPRIO nella nostra città, la stessa del Tricolore e dell'Educazione riconosciuta ed esportata in tutto il mondo, che Giorgio Napolitano - emerito Presidente della Repubblica - tre anni fa pensò di portare il monumento dedicato alle «Maestrine d’Italia». Un bronzo scolpito da Alessandro Romano, artista di fama internazionale, che ieri mattina è stato svelato nel parco Alcide Cervi (ex campo Tocci), dopo una cerimonia nella Sala del Tricolore. «A coloro che ogni giorno, nel passato come nel presente, si prendono cura delle bambine e dei bambini, cittadini adulti di domani, va la nostra gratitudine, ora sottolineata anche in questa opera d'arte, riconoscimento unico in Italia». Così l'assessore all'educazione Raffaella Curioni ha accolto e ringraziato i rappresentanti della Società ‘Dante Alighieri' - e in particolare il consigliere centrale e presidente del Comitato provinciale di Reggio, Edmea Sortivi Guidetti - che nel 2012, su indicazione dell'allora presidente della Repubblica Napolitano, ha voluto onorare le giovani insegnanti, le cosiddette 'maestrine', dopo l'Unità d'Italia e fino alla prima metà del Novecento.

UN'IDEA DI NAPOLITANO

Nel 2012 l'ex presidente della Repubblica diede indicazioni a Edmea Guidetti

LE MAESTRINE, prime dipendenti pubbliche donne dello Stato, furono inviate a combattere l'analfabetismo e a diffondere la lingua e la cultura italiana in tutto lo Stivale, in particolare nelle zone più disagiate e sperdute. Un ruolo fondamentale per la costruzione dell'unità nazionale. Raffaella Curioni, al termine della cerimonia, ha donato allo scultore Alessandro Romano e a Salvatore Italia (consigliere- centrale e soprintendente della Società Dante Alighieri) una pubblicazione su Reggio. Mentre Edmea Sortivi Guidetti è stata omaggiata con una preziosa Murrina che custodisce una miniatura del Primo Tricolore. I partecipanti all'evento sono poi stati accolti in piazza Prampolini dalla Filarmonica Tricolore che ha suonato l'Inno di Mameli, ed accompagnato il corteo al parco Cervi, sulle note di alcune marcette dai nomi femminili, dedicate alle 'maestrine'. E ancora «Fratelli d'Italia» è stata la colonna sonora dell'inaugurazione del monumento: una statua in bronzo che ritrae con grande dolcezza una maestra che si protende verso un bambino e una bambina.

Le Maestrine «insegnano» al parco Cervi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.